cerca

Altri eventi

Assemblea dei giovani imprenditori di Verona

01 gennaio 1970

 foto  di Antonella Anti
IL “MANIFESTO DELLE ENERGIE” DEI GIOVANI IMPRENDITORI
PER RIDARE SLANCIO E RIGORE ALLA CRESCITA E ALLE COSCIENZE
La 49a assemblea del Gruppo si è tenuta lunedì 12 ottobre alle 17.30 al Teatro Camploy
L’uomo, il capitale, il coraggio e la Terra:  le forze pulite da rimettere in movimento.
Ne hanno parlato  Falck, Cucinelli, mons. Fasani e lo sportivo estremo Alex Bellini
Non c’è sviluppo senza slancio, senza entusiasmo, senza fantasia. Oggi, nel pieno di una recessione che ha incrinato tutte le certezze e ha messo in crisi non solo l’economia ma anche le coscienze, occorre un nuovo punto di vista, per ritrovare il rigore e riscoprire la fantasia tornando alla fonte delle energie.
È lo snodo centrale della 49a assemblea del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Verona, in programma lunedì 12 ottobre alle 17.30 al Teatro Camploy e dedicata appunto a illustrare il “Manifesto delle energie”, intese come tutte le forze da rimettere in gioco per ripensare – anche in chiave etica – la crescita non soltanto delle aziende e della produzione, ma di tutta la società.
“Vogliamo dire con forza che le energie del progresso e della crescita si sono spente, disperse, arenate – spiega il presidente del Gruppo, Giulio Pedrollo –. Per cercare di rimetterle in moto occorre quindi riflettere su valori che si sono sbiaditi ed energie che si sono impoverite. Parlo delle energie dell’uomo, che ha perso motivazione ed è in cerca di una strada da seguire, ma anche del capitale, che ha scelto una strada improduttiva e va riorientato verso la crescita – prosegue Pedrollo –, del coraggio, che nella società come nell’impresa è stato sostituito da immobilismo e paralisi, e infine delle energie del mondo, continuamente dissipate invece che rimesse in circolo, rigenerate”.
Il tema sarà sviluppato attraverso un dialogo tra i vicepresidenti del Gruppo e i quattro “testimonial” delle energie: Brunello Cucinelli, imprenditore del made in Italy appassionato di filosofia, che ha applicato i valori dell’umanesimo al lavoro in azienda; monsignor Giampietro Fasani, economo generale della Confederazione Episcopale Italiana, per un parallelo tra etica ed economia che supporti le ragioni di un progresso sostenibile; Enrico Falck, che sta conducendo lo storico gruppo italiano dell’acciaio verso il business “verde” e le fonti rinnovabili; e lo sportivo estremo Alex Bellini, che testimonia il coraggio dell’uomo tra deserti e oceani (ha attraversato a remi Atlantico e Pacifico in solitaria).
Secondo il Gruppo Giovani sono proprio questi i valori alla base della cultura d’impresa: risorse in grado di generare nuove spinte per il progresso. Non a caso l’incontro ha anche un esplicito riferimento estetico in omaggio al centenario del Futurismo, una rivoluzionaria corrente artistica che ha avuto proprio in Verona uno dei suoi centri ispiratori, e della quale è oggi utile ritrovare i contenuti “energetici”.
Il programma prevede l’introduzione a cura del presidente Pedrollo, subito dopo i saluti dei presidenti di Confindustria Verona Andrea Bolla, del Consiglio di Sorveglianza del Gruppo Banca Popolare Carlo Fratta Pasini e dei Giovani Imprenditori del Veneto Gianluca Vigne. In conclusione interverrà la presidente nazionale dei Giovani Imprenditori, Federica Guidi.




Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...