cerca

Altri eventi

Peter Jackson e gli Dei dell’Olimpo hollywoodiano

01 gennaio 1970

Cinema di Paolo Sorrenti

Peter Jackson e gli Dei dell’Olimpo hollywoodiano

Febbraio è un mese di uscite mirabolanti. Mentre James Cameron, già primatista con “Titanic”, continua a gareggiare contro sé stesso con “Avatar”, per la cui uscita a Verona si è aperta la seconda sala 3-D (dopo l’UCI di San Giovanni Lupatoto se n’è dotato anche il Warner Village di Lugagnano di Sona), ecco altri titoli a tematica avventuroso-fantastica. Cominciamo da Chris Columbus che esce con “Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo: il ladro di fulmini”. Tratto da un’altra serie fortunata di libri per ragazzi scritti da Rick Riordan, il film affronta la mitologia – un ragazzino scopre di essere un semidio figlio di Poseidone – e anticipa altri titoli del genere, come il prossimo remake di “Scontro tra titani”.

È, invece, un dio vero e proprio (della settima arte) il nostro Peter Jackson che, dopo la trilogia de “Il Signore degli Anelli” affronta una nuova, misteriosa Terra di Mezzo: quella in cui si trova la protagonista di “Amabili resti”. Susie è una quattordicenne che dopo essere stata rapita, violentata e uccisa, ci racconta la sua storia da una sorta di Limbo da cui osserva ciò che accade alla sua famiglia, in particolare alla sorella che rischia di fare la sua stessa fine.

Una storia che si ripete è anche quella di “Wolfman”, remake del celeberrimo “L’uomo lupo”. Stavolta il licantropo è un appropriato Benicio Del Toro che, insieme al “paparino” Anthony Hopkins, deve vedersela con la maledizione della luna piena.

Non lupi mannari, ma spettri sono, invece, alla base del fortunato exploit di “Paranormal activity”. Definito come il nuovo “The Blair Witch Project”, questo film indipendente girato con pochi mezzi ha già incassato milioni di dollari in America, grazie alla sua abilità di incutere terrore, ricevendo anche il beneplacito di Steven Spielberg.

Avventura vecchio stile rivisitata con nuove tecnologie ci promette “Il richiamo della foresta”, nuova versione del romanzo di Jack London con almeno due attrattive: il ritorno da protagonista di Christopher Lloyd, indimenticato Doc Emmett Brown di “Ritorno al futuro”, e la possibilità di gustare il film anche in 3-D.

Concludiamo con un film che non è fantastico nella tematica, ma che certamente lo sarà nella resa: “Invictus”. Ultima regia di Clint Eastwood, splendido ottuagenario in piena seconda giovinezza artistica, il film ripercorre la vita di Nelson Mandela (Morgan Freeman) dopo la fine della lunga prigionia e l’elezione a presidente del Sudafrica. Per superare l’apartheid, si affiderà a una partita di rugby tra bianchi e neri. Una partita passata alla storia.

Montecchia di Crosara


Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...