.cerca

Altri eventi

Still Life

01 gennaio 1970

Ristorante Il Giardino delle Esperidi

Innocente, Red Cross, cenere e protesi su legno, 400 x 300 cm, 2004    

Gianfranco Gentile ,Blindness, pastelli e bitume su cartone da imballo riciclato cm.160×275

 

Inaugurazione sabato 12 dicembre 2009, dalle 18.

Grande festa natalizia di inaugurazione
sabato 12 dicembre, ore 18
nella sede delle Grafiche Aurora di Verona

Dal 12 dicembre al 30 giugno
Grafiche Aurora, via della Scienza, 21- Basson,Verona

Natura morta, in inglese Still Life, che ritradotto alla lettera nasconde "ancora vita". L'ambiguità linguistica tra vecchia e nuova egemonia di uno dei generi più diffusi della storia dell'arte -insieme a ritratto e paesaggio- funge da titolo, STILL L IFE appunto, alla rassegna annuale nella sede delle
Grafiche Aurora,
 che inaugura sabato 12 dicembre 2009, dalle 18.

Divisa in otto sezioni, Schedati ad arte, A tavola con Vanitas, La natura (è) morta, Interiors, Oggetti in posa,
Dal quotidiano al simbolico, Reale astratto e Eroi, Macchine, Ali contro Nature Morte, la mostra ripercorre,in circa 80 opere di oltre 50 artisti, la raffigurazione di frammenti di realtà.
 

ELENCO DELLE SEZIONI:
1 – Schedati ad arte
L'origine della natura morta è rintracciabile nei mosaici ellenistici del II e III secolo a.C., gli asarotos, raffiguranti resti di cibo caduti da tavola e destinati ai defunti. Alle "nature per i morti" si affiancano già allora "nature per i vivi", ovvero gli ospiti di quelle stesse case. A loro erano riservati gli xenia, doni
commestibili e non, tra cui gli oggetti comuni riemersi dagli scavi al Teatro Romano nel 1893 e "immortalati" dal fotografo Ludovico Kaiser, noto a Verona nel periodo successivo al dominio austriaco.
2 – A tavola con Vanitas
La seconda sezione riprende il concetto primitivo del cibo al centro della composizione, non più sotto, ma sopra il desco, imbandito riccamente. Le tavole apparecchiate per sontuose "ultime cene" rievocano la scelta di Antonio Avena -predecessore di Licisco Magagnato alla guida di Castelvecchio- di allestire all'interno del museo una serie di tavole imbandite fotografate da Gustavo Alfredo Bressanini dedicate al tema del caducità della vita, tra vanitas e memento mori.
3, 4, 5 – Interiors, Oggetti in posa, La natura (è) morta
Dal cibo all'oggetto, rassicurante e casalingo o intriso di ribellione, il passo è "breve", quasi quanto il Novecento, dentro cui si dipana il filo cronologico degli artisti in mostra, attivi tra gli anni venti e il 2009, tutti legati da un altro filo, quello rosso come il marmo di Verona. Così gli oggetti in posa
sfumano nel simbolico e infine nell'astratto, toccando, nelle oltre ottanta opere in mostra i temi della natura-casa, natura-matrigna o vergine insozzata dal nero dell'inquinamento.
6, 7 – Dal quotidiano al simbolico e Reale astratto
Il quesito, cui la mostra tenta di dare una risposta, è lo stesso di un libro giallo: s'insegue l'assassino, cercando di riconoscere il cadavere, (in)definito natura morta. "Morta" è quindi la natura, o la globalizzazione ha falciato solo una desueta espressione linguistica? O ancora, longeva ma defunta è l'intera categoria artistica, troppa specifica per un universo di contaminazioni?
Alla fine si passa dal giallo alla fantascienza. Nel naturale c'è ancora vita, still life, anzi fiorisce rigogliosa senza di noi, come racconta lo scrittore visionario Alan Weisman nel suo The word without us (2007).
Nelle ultime sezioni i colori di pittori, fotografi, scultori e artisti multimediali hanno la meglio sulla forma, fino a renderla evanescente, e la mano dell'uomo si fa rarefatta, lasciando spazio a un secondo big bang, libero da disastrose conseguenze.
8 – Eroi, Macchine, Ali contro Nature Morte
Renato Di Bosso e A.G. Anselmi ci riportano allo scontro tra aeropittori e naturamortisti. "Il movimento futurista italiano afferma che le solite Nature Morte o comunque addormentate non possono essere l'espressione dell'accesa vita contemporanea né sono un riflesso naturale del nostro spirito che essendo tipicamente mediterraneo e per fatalità razziale, è vario solare dinamico e ricco di umana fantasia. Questo dicasi per tute le nature morte siano esse dormienti, in riposo o in silenzio come premurosamente hanno cercato di ribattezzarle alcuni critici d'arte, i quali fiutando nella definizione corrente puzza di cadavere tentarono con questo puerile sgambetto dialettico di evitarne l'incombente putrefazione. Ma poiché questo pietoso artificio verbale non esclude la loro triste caratteristica, è senz'altro preferibile considerare semplicemente e irrimediabilmente MORTE". (Edizioni futuriste di poesia, 1942

MOSTRA in collaborazione con: Museo di Castelvecchio, VR – Biblioteca Civica, VR – Archivio
Francesco Conz – Aurora Project, VR – Stamperia Berardinelli – 107-Centsept Arte e Territorio
CATALOGO Edizioni dell'Aurora: disponibile con contributi critici di Davide Antolini, Beatrice Benedetti
Elenco degli artisti in mostra:
Giorgio Albertini, Giovanni Albertini, Luciano Albertini, Gabriello Anselmi, Davide Antolini, Francesco Avesani, Enzo e Raffaello Bassotto, Marta Bassotto, Jean François Bory, Gustavo Alfredo Bressanini, Simone Butturini, G. C. Catalani, Pino Castagna, Stefano Cattaneo, Rosabianca Cinquetti, Alberto
Colognato, Gianmaria Colognese, Maurizio Cosua, Novello Finotti, Silvia Forese, Dario Gambarin, Gianfranco Gentile, Silvano Girardello, Innocente, Antonio Jevolella, Ludovico Kaiser, Donatella Levi, Donata Lazzarini, Mancino, Conrad Marca-Relli, Antonio Nardi, Fernando Malavasi, Amedeo Maurigi,
Daniele Nalin, Maria Teresa Padovani, Donatella Pasin, Salvo Pastorello, Sergio Pausig, Alice Pavanato, Giovanni Perez, Sergio Piccoli, Orazio Pigato, Bruno Ritter, Cristian Rossi, Maurizio Taioli, Luciano Tarasco, Giorgio Tarocco, Aldo Tavella, Guido Trentini, Giuseppe Zancolli.

Ristorante Il Giardino delle Esperidi


.i consigliati di Carnet.

.Scopri i nostri consigliati.

.Vivere Verona.

.Scopri Vivere Verona.

.il calendario.

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

.la newsletter.

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni, nightlife...

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti (tecnici e di profilazione) per migliorare la tua esperienza di navigazione e fornirti un servizio in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni di questi cookie clicca qui. Cliccando, chiudendo questa finestra oppure continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.