cerca

Concerti

Il clarinetto di Mauro Pedron in sala Maffeiana

01 gennaio 1970

Il quartetto d’archi dei virtuosi italiani con Mauro Pedron
focus sul clarinetto

 

Proseguono a Verona gli appuntamenti domenicali della XI Stagione Concertistica dei Virtuosi Italiani in Sala Maffeiana. Il concerto di domenica 15 novembre alle ore 11:00 sarà dedicato al clarinetto e vedrà protagonista un interprete d’eccellenza come Mauro Pedron, clarinettista prediletto dal compositore Nino Rota che, ancora giovanissimo, lo sceglieva per le prime esecuzioni di sue opere. Il concerto inizierà con il Quartetto d’archi de I Virtuosi Italiani che eseguirà di F.J. Haydn il Quartetto in re magg. Op 64 n 5 “L’Allodola”, per poi lasciare spazio alla voce suadente ma grintosa del clarinetto con il Quintetto per clarinetto ed archi “Carradois”di Giuseppe Garbarino, clarinettista e direttore impegnato anche nell’attività di compositore e il Quintetto in la magg. per clarinetto ed archi K 581 di W. A. Mozart. A chiudere il concerto il Quartetto dei Virtuosi con il Quartetto in do min Op.18 n.4 di L. V. Beethoven.

 

Biglietti da 12 a 15 euro, per informazioni 045-8035173, 392-7178741 www.ivirtuosiitaliani.it

MAURO PEDRON

Diplomato in clarinetto al Conservatorio di Trento col massimo dei voti e la lode si é perfezionato all’Accademia Chigiana in Siena con Giuseppe Garbarino.

Ancora giovanissimo il compositore Nino Rota lo sceglieva per le prime esecuzioni delle sue opere orchestrali. Clarinetto solista con l’orchestra da Camera di Padova (I Conc. Di Weber), l’Orchestra Haydn di Bolzano (Conc.di Mozart e I Conc. di Weber), Solisti Veneti, con l’Orchestra del Festival di Brescia e Bergamo, l’Orchestra della Radiotelevisione Rumena (Conc. di Mozart), Camerata Mozart di Losanna (Conc. di Stamitz), Spohr Sinphonietta di Graz (Mozart), l’Orchestra dell’Ente Arena di Verona (protagonista solista nell’opera Dylan Dog) e l’Orchestra da Camera di Bologna con la quale ha inciso il concerto per cl e vcl di Marco Tutino con Giovanni Sollima per l’Etichetta Ermitage.

Ha registrato musica da camera e per clarinetto solo per le Etichette RICORDI, CGD, AS, Velut Luna e PM e per la radiotelevisione italiana, tele+classica, radio portoghese, tedesca, austriaca, svizzera e francese. Concerti in diretta per la radio e televisione slovena. In Austria, dove è molto apprezzato il suo virtuosismo musicale, la stampa lo ha nominato “il Paganini dei clarinettisti”. Più di cinquecento concerti da solista nelle principali stagioni italiane: La Scala di Milano, Società  del Quartetto, Settembre Musica, Unione Musicale di Torino, Comunale di Modena, Amici della Musica di Firenze, Settimana Musicale Senese, Santa Cecilia Roma, Accademia Filarmonica Romana, IUC Roma, Scarlatti Napoli, Villa Pignatelli Napoli, Amici della Musica di Palermo, EAOSS Palermo, Filarmonica Messina, Estate Catanese, Amici della Musica di Perugia, Teatro Ente Concerti di Pesaro, Società  Aquilana, Amici della Musica di Padova, Biennale Musica, Società  Concerti Trieste, Teatro Comunale Monfalcone, ecc.

Vincitore di concorsi per posto in orchestra, dal 1985, nonostante i numerosi inviti, si è dedicato soprattutto all’interpretazione del repertorio cameristico e solistico e della musica contemporanea: di Sciarrino, Lucchetti, Donatoni, Berio, Testoni, Strobl, Peschek, Vacchi, Castaldi, Harbison, Mac Millan ha effettuato prime esecuzioni di musica spesso dedicatagli. Ha eseguito nel 2004 la Sequenza IX di Berio per “I Concerti del Quirinale” a Roma in diretta radiofonica nazionale, è in uscita per la Rai il CD del concerto.

La sua interpretazione dei Contrasti di B. Bartok per la Stagione 2000 dell’Accademia di Santa Cecilia in Roma con Manara e Ballista ha riscosso grande successo di pubblico e televisivo. All’attività  solistica affianca quella di direttore d’orchestra in Italia e all’estero.

Con Battiato, Sgalambro e Ferretti ha eseguito l'”Histoire du Soldat” di Stravinsky nelle più importanti stagioni italiane. Nel 1998 ha registrato col quintetto a fiati l’album “Kamera in rock” venduto con successo in tutto il mondo.

Nel 1994 ha commissionato ad Ennio Morricone un’opera dedicata al Lago di Garda incisa per l’etichetta New Sounds e venduta in 40.000 copie; con la stessa filosofia innovativa nel 1995 ha inventato il festival internazionale in quota “I Suoni delle Dolomiti”, stimato dalla critica come uno dei più interessanti festival a livello europeo. Nell’estate 2007 realizza la prima edizione di un suo nuovo progetto culturale nazionale dedicato ai giovani “Bondone Officina della Natura e dell’Arte”. Uno dei suoi ultimi progetti “Made in Italy”, eseguito con il gruppo Novecentoeoltre per la Stagione della Scala di Milano 2002, ha avuto il tutto esaurito in prevendita al Teatro degli Arcimboldi, repliche per la Radio e la Televisione nazionale e grande entusiasmo di critica, tournee in Argentina, Uruguay e Brasile. Fondatore e solista nell’Ensemble “Novecentoeoltre” (CD per l’etichetta la Bottega Discantica con musiche di Berio, Torke, Mac Millan), e dell’Europe Soloist Chamber Ensemble di Parigi. Titolare al Conservatorio di Pesaro e di Bolzano e, attualmente, a Trento.

Chiesa di San Rocco


Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...