cerca

Concerti

La Sonnambula|Teatro Filarmonico

dal 17 aprile 2016 15.30 al 24 aprile 2016 15.30

Direttore d’orchestra Francesco Ommassini

Regia, scene e costumi Hugo de Ana

Trama Atto I La Sonnambula

 

In un villaggio alpino della Svizzera, tutto è pronto per le nozze di Elvino e Amina. Il giovane è un ricco possidente, la ragazza un’orfana adottata da Teresa, la padrona del mulino. Solo l’ex fidanzata di Elvino, l’ostessa Lisa, non partecipa all’allegria generale: ancora innamorata di lui, si rode dalla gelosia e respinge le attenzioni di Alessio, un contadino che la corteggia con insistenza.

In attesa dello sposo, Amina esprime la sua felicità, ringrazia gli amici per le accoglienze festose e Teresa che l’ha allevata. Dopo il notaio, arriva finalmente Elvino che si scusa per il ritardo: si è recato sulla tomba della madre a chiedere una benedizione. Viene quindi firmato il contratto, poi Elvino dona ad Amina la fede nuziale appartenuta a sua madre. Il matrimonio in chiesa è fissato per l’indomani.

L’arrivo inatteso di una carrozza interrompe l’idillio. È il Conte Rodolfo, figlio del defunto Signore del villaggio, assente da molti anni. Nessuno lo riconosce e lui preferisce restare in incognito. Il forestiero vorrebbe continuare il suo viaggio verso il castello, ma tutti glielo sconsigliano: si sta facendo notte e, inoltre, nei dintorni si aggira un fantasma.

Per il Conte si tratta di folli superstizioni. Decide comunque di alloggiare nella locanda di Lisa e, prima di ritirarsi, rivolge apprezzamenti ad Amina, di cui ha notato la somiglianza con un suo amore di gioventù. Elvino è geloso delle attenzioni del Conte, ma Amina lo rassicura e lo convince che la sua gelosia è assurda.

Nella stanza della locanda, il Conte Rodolfo fa la corte a Lisa, che sembra ben disposta anche perché ha saputo dal sindaco la vera identità dell’ospite. Si sente un rumore di passi e l’ostessa si nasconde, lasciando cadere nella fretta un fazzoletto. Nella camera entra Amina. Vestita di bianco, è in stato di sonnambulismo e cammina lentamente. Ripete il nome di Elvino e sogna la cerimonia delle nozze.

Mentre Lisa si precipita a chiamare Elvino per fargli credere che la futura sposa lo tradisce, il Conte è tentato di approfittare di Amina. Turbato, incerto sul da farsi, decide di abbandonare la stanza, ma l’arrivo di gente lo costringe a uscire dalla finestra. I paesani, che intanto hanno scoperto la sua identità, sono venuti a rendergli omaggio, ma quando entrano nella camera, vedono con sorpresa Amina addormentata sul sofà. La ragazza si sveglia, cerca di giustificarsi, di far capire che è innocente, ma nessuno, tranne Teresa, le crede. Elvino, furioso, la ripudia.

 

.visita il sito 045-8005151

Teatro Filarmonico
Via dei Mutilati,
37122 Verona
045-8005151

17 aprile 2016 15.30
19 aprile 2016 19.00
21 aprile 2016 20.30
24 aprile 2016 - 15.30

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...