cerca

Mostre

Carlo Guarienti – Oltre il reale

01 gennaio 1970

Foto Antonella Anti

Dal 11 giugno al 19 settembre

L’assessore alla Cultura Erminia Perbellini ha partecipato  in sala Boggian al museo di Castelvecchio, all’inaugurazione della mostra “Oltre il reale, Carlo Guarienti”, promossa dall’assessorato alla Cultura e direzione Musei d’Arte e Monumenti del Comune di Verona con il sostegno di Regione Veneto e Fondazione Cariverona.

 “Una esposizione di grande pregio – spiega l’assessore Perbellini – che raccoglie l’opera di uno dei più autorevoli artisti scaligeri, un audace sperimentatore delle più diverse forme artistiche, conosciuto ed apprezzato in campo nazionale ed internazionale per la sua lunga e qualificata ricerca tecnica e poetico-pittorica”. La mostra è composta da una trentina fra dipinti e sculture eseguiti dall’artista Guarienti tra il 2004 ed il 2010 e da un’opera-ambiente realizzata dall’artista all’interno di palazzo Canossa e presente al museo di Castelvecchio attraverso un video creato appositamente. Inoltre, per tutta la durata della mostra, l’opera e gli studi di palazzo Canossa, dimora dell’artista durante la sua giovinezza, saranno aperti al pubblico e visitabili.

Tra le opere esposte: “Lo studio del pittore la sera” (2009); “Lo studio del pittore la mattina” (2010); il triplice omaggio di “Aspettando Picasso, Aspettando Dürer e Aspettando Godot” (2010); “Autoritratto con i chiodi” (2009). L’esposizione resterà aperta al pubblico fino al 19 settembre 2010, al museo di Castelvecchio, dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.30 ed il lunedì dalle 13.30 alle 19.30; e negli studi di palazzo Canossa, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19 ed il lunedì dalle 13 alle 19.

Una mostra tra Castelvecchio e Palazzo Canossa 

A più di vent’anni di distanza dall’esposizione monografica del suo lavoro tenuta nel 1988 alla Galleria d’arte moderna di Palazzo Forti, nella sala Boggian del Museo di Castelvecchio viene presentata la mostra del pittore Carlo Guarienti.

L’esposizione, promossa dal Comune di Verona – Direzione Musei d’Arte e Monumenti, Assessorato alla Cultura e sostenuta dalla Regione del Veneto e da Fondazione Cariverona, presenta dipinti e sculture eseguiti dall’artista tra il 2004 e il 2010 ed è accompagnata da una straordinaria opera-ambiente realizzata dall’artista in palazzo Canossa, cinquecentesca architettura capitale di Michele Sanmicheli e presente in Sala Boggian tramite un video appositamente realizzato.

Carlo Guarienti, esponente di un’antica famiglia veronese, è il ‘decano’ degli artisti scaligeri, notissimo in

campo nazionale e internazionale per la sua lunga e qualificata ricerca poetica e tecnica in sintonia tanto profonda quanto originale con movimenti fondamentali del Novecento come la Metafisica.

Sarà visitabile a Palazzo Canossa anche la “Stanza delle Meraviglie” dove Carlo Guarienti, utilizzando pannelli applicati alle pareti, trattati per ricordare le sofferenze della superficie, ha realizzato un dipinto ispirato all’Ulisse dello scrittore James Joyce che viveva la sua Dublino come un luogo in cui la città, i suoi monumenti e gli eroi si trasfigurano in una memoria collettiva mescolata alla memoria personale, un flusso di coscienza oltre il reale. Il ricordo come il sogno distribuisce le sue chiavi simboliche per schiudere storie e emozioni. La scimmia che aveva stupito il pittore da bambino quando accompagnava gli organetti che giravano per Verona torna nel dipinto come il narratore di una storia aperta, senza trama, che si rifà alla fantasia di chi osserva. Gli altri personaggi e gli altri oggetti sono apparizioni e suggerimenti: il ritratto della figlia, bella e irraggiungibile; un Bacco pensieroso orfano del carnevale; un bucranio come quello dei fregi della grande architettura veronese del Rinascimento e una statua in colloquio con una vestale, che sembra lo spettro del legame tra l’arte e la morte. Gli orologi si ripetono e rintoccano il trascorrere della vita e le sue regole. Spunta da una finta lesena con cariatide un bambino con il cerchio per materializzare nella stanza uno dei protagonisti enigmatici della pittura di Giorgio De Chirico, che Guarienti conobbe e da cui fu profondamente segnato.

Museo di Castelvecchio, Sala BoggianCorso Castelvecchio, 2 tel. 045 8062611 – fax 045 8010729Orario: Castelvecchio 8,30-19,30 mar-dom; 13,30-19,30 lunPalazzo CanossaCorso Cavour, 44 Palazzo CanossaOrario: 10-19 mar-dom;13,30-19,00 lun

Inaugurazione 11 giugno  (fino al 9 settembre)

Trento Fiere
Via di Briamasco, 2,,
38122 Trento


Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...