cerca

Spettacoli

Ale & Franz in Aria Precaria al Teatro Nuovo di Verona

01 gennaio 1970

foto  di Antonella Anti 

ALE & FRANZ in ARIA PRECARIA

giovedì 8 ottobre 2009 e venerdì 9 ottobre 2009
Teatro Nuovo di Verona, ore 21

di Alessandro Besentini e Francesco Villa
scritto con Martino Clericetti, Antonio De Santis, Rocco Tanica, Fabrizio Testini
regia e scene di Leo Muscato
costumi di Laura Liguori
disegno luci di Alessandro Verazzi

Dieci incontri, a volte scontri, altre volte attese.
Dieci fasi della vita, su cui ridere, sorridere, ma anche riflettere.
Due uomini, – a volte amici, altre volte nemici, ogni tanto sconosciuti – incrociano i loro destini sul ciglio di una strada, in un rumoroso nido d’ospedale, su una panchina al fresco di un parco, nell’asetticità di un call center, in una fiduciosa sala d’aspetto, in una vitalissima bocciofila, o sul cornicione di un palazzo…
Luoghi sospesi a mezz’aria fra il serio e il faceto; luoghi in cui l’aria che si respira è a volte dolce, altre volte salata, molto spesso precaria.
Questi due uomini si incontreranno in situazioni paradossali, luoghi fra il concreto e l’assurdo, dove l’ordinaria vita di ogni giorno è messa di fronte a uno specchio deformante che ne rivela tutte le contraddizioni.
Attraverso dei meccanismi di surreale comicità, gli uomini si mostrano nei loro  aspetti più ridicoli, nelle loro più assurde ostinazioni, semplici contraddizioni; ma anche nelle umane fragilità, in cui ogni spettatore potrà riconoscersi.
Tutto questo all’interno di un bianco spazio astratto, una sorta di camminamento in bilico dal niente verso il tutto, che di volta in volta, la luce trasformerà in luogo diverso, un altrove dentro cui lasciarsi andare con l’immaginazione.

Leo Muscato

BIOGRAFIA
Alessandro Besentini e Francesco Villa. Ci conosciamo nel ‘94, grazie a uno spettacolo teatrale, M di Woody Allen. La regia non era sua ma di Teo Guadalupi. Lo stesso anno ci iscriviamo al C.T.A., dove conosciamo Paola Galassi che ci avvia a questo mestiere, spedendoci al Caffè Teatro di Verghera dove diretti da Natalino Balasso, frequentiamo il laboratorio da cui nasce il nostro primo spettacolo: Ale Franz dalla A alla Z. Inizia la gavetta vera in giro per i locali d’Italia, finché non arriva il momento del provino nel locale con la L maiuscola, Zelig. Qui l’incontro con Giancarlo Bozzo, di quelli simili a un’adozione. Prima apparizione televisiva: 1996 Facciamo Cabaret.
Che dire da qui è tutto un gran casino…
1997: facciamo un provino con la Dandini e i Guzzanti: entriamo nel grande carrozzone di Pippo Chennedy Show.
1998: si avvera un altro sogno,Mai dire gol con Bisio, Hendel, Luttazzi e i tre Gialappi.
1999: inizia l’avventura Zelig su Italia1 con la Ventura e Boldi.  Nello stesso anno Gregorio Paolini inizia un progetto su Rai2 Convenscion. Così nel ‘99 sverniamo a Napoli.
Poi inizia Zelig, quello vero. Dal 2000 al 2007 passiamo dalla seconda serata di Italia1 alla prima di Canale5, sotto gli occhi di un pubblico sempre più folto e soprattutto sotto quelli di Gino e Michele. Quante emozioni…
E il teatro? 2001 debutta Due e Venti, con la regia di Alberto Ferrari. Più di 200 repliche da Trieste a Palermo.

Nel 2002 e 2003 con Bisio viene il desiderio di far vedere alla gente lo spirito della  trasmissione, quella che in Tv è bella ma dal vivo ancora di più: Zelig in tour gira l’Italia  arrivando a riempire la curva dello stadio Olimpico a Roma.
Ci troviamo a fare qualche apparizione nel cinema: in Bibo per sempre di Teocoli, in Tutti gli uomini del deficiente della Gialappa‘s, in La grande prugna di Malaponti. Nel 2005 scriviamo il nostro primo film La terza stella con la regia di Alberto Ferrari. E la voglia di cinema aumenta. Nel 2006 scriviamo con Venier, Fontana, Spinelli Mi fido di te con la regia di Venier.
Che bello sarebbe riuscire a realizzare un progetto televisivo tutto nostro. Giancarlo Bozzo ci mostra un format tedesco, tutto basato sull’improvvisazione. Beh… è stata una bella sfida e nel 2009 andrà in onda la terza edizione di Buona la Prima!
Nel 2005 e 2008 in Madagascar 1 e 2 diamo le voci ad Alex il leone (Ale) e Marty la zebra (Franz).
E c’è ancora tanta tanta gavetta da fare…

SERVIZIO DI BIGLIETTERIA:

Platea € 35,00
Balconate € 25,00
Gallerie € 20,00

Prevendita biglietti:
acquistabili su internet: www.tiketone.it – www.geticket.it – oppure presso il Box Office Verona, telefono 0458011154

Biglietti acquistabili in teatro solo il giorno 8 e 9 ottobre 2009 in orario di apertura della biglietteria (15.30 – inizio spettacolo)

I palchi sono vendibili solo la sera stessa, prima dello spettacolo presso il Teatro Nuovo (prezzo palchi Euro 35,00).
 

TEATRO STABILE DI VERONA – P.zza Viviani 10 – 37121 V

Innsbruck, Centro Storico
6020 Innsbruck


Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...