cerca

News

Amici della Musica di Verona, nel segno di Bach e Savall

12 Dicembre 2016

Molto diversicata sarà la stagione degli Amici della Musica di Verona, che prevede la presenza, in successione, di un coro a ermato di voci bianche, di un grande interprete di musiche barocche con il suo celebre ensemble, di una emergente pianista veronese e di una camerata strumentale appartenente all’Orchestra Nazionale della Rai di Torino. Il coro di voci bianche, I Piccoli Musici di Casazza, si misurerà il 7 dicembre (alle 20.30, come tutti gli appuntamenti della rassegna) in un programma di Antiche melodie rinascimentali inglesi, in tre mottetti latini di Mendelssohn e successivamente sotto la direzione del suo fondatore Mario Mora, con l’aiuto dell’arpista Francesca Tirale e dell’organista Luigi Panzeri, in un repertorio di canti natalizi, di Britten, Berlin e Adam. L’offerta Musicale BWV 1079 di Bach vedrà invece all’opera il famoso interprete spagnolo Jordi Savall con la sua viola da gamba e Le Concert des Nations (17 dicembre), ensemble creato nel 1989 con la consorte, il soprano Montserrat Figueras. Alla guida di uno dei più famosi complessi di musica antica, Savall costituisce un vero colpo messo a segno dagli Amici della Musica di Verona, lui in grado come pochi altri di affrontare un repertorio unico per il suono ottenuto attraverso l’utilizzo di viole, salteri, auti di legno, tamburi marocchini, la ribecca afgana (antenato dell’oboe), tutti strumenti utilizzati dai musicisti medioevali del Mediterraneo. Savall è diventato popolare per la sua colonna sonora del film di Alain Corneau “Tutte le mattine del mondo”. La giovane pianista veronese Ilaria Loatelli si presenterà al Teatro Ristori di Verona giovedì 12 gennaio, dopo il grande successo riscontrato alla Carnegie Hall di New York del giugno scorso. E porterà con sé uno dei repertori più congeniali con le sue enormi capacità che la vede impegnata non solo in Mozart, Schumann, Alkan, Brahms, ma altresì nel di cile compito di a rontare il Liszt delle Parafrasi di concerto e nelle Reminiscenze da Rigoletto e Don Juan. La Camerata Strumentale Eptafoné, complesso da camera dell’Orchestra Nazionale della Rai di Torino, guidata dal violinista Constantin Beschieru (ex Virtuosi Italiani), si misurerà, lunedì 30 gennaio, nella versione integrale scemiscenica con danza della celebre Histoire du soldat di Stravinskij.

Gianni Villani

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...