cerca

News

Amistà 33, gastronomia come arte

2 Maggio 2016

Raffinatezza, materie prime nobili e ricercate. Al nuovo ristorante Amistà 33 di Byblos Art Hotel Piacere del gusto e della vista. Lo chef Marco Perez: “Una cucina che arriva in fondo all’anima”

 

Emozionati con i sapori al ristorante Amistà 33

Byblos Art Hotel Villa Amistà, il lussuoso cinque stelle situato sui verdi colli della Valpolicella, famoso per l’intrigante connubio tra la collezione di arte contemporanea e la villa veneta cinquecentesca, offre ora la possibilità di emozionarsi con i sapori. Il Ristorante Amistà 33 è il nuovo progetto del Byblos Art Hotel, inaugurato da pochi giorni. Con l’executive chef internazionale Marco Perez l’Amistà 33 gioca con la raffinatezza, le eccellenze e la fantasia. Un’altra forma di arte, quella gastronomica. Proponendo, comunque, come sottolinea lo stesso chef «una cucina semplice e naturale, ma che arriva in fondo all’anima, prediligendo materie prime nobili, ma nello stesso tempo ricercate nella loro unicità locale». Una filosofia culinaria, dunque, quella di Perez, formatosi negli anni in Italia e all’estero e nelle numerose esperienze tra i sapori mediterranei del padre e quelli montani dei luoghi in cui è nato e vissuto, cioè a Vipiteno. All’attivo il quarantasettenne cuoco ha la pubblicazione di due libri e tanta passione per l’insegnamento, in qualità di Master della Cucina Italiana. Irresistibili giochi di profumi, gusti e sapori, che non potevano non avere degna collocazione, quasi in un ideologico percorso artistico. Il nuovo ristorante Amistà 33, che si trova nella zona a veranda prospiciente il giardino monumentale, porta la firma del famoso designer Alessandro Mendini. Così, sotto le volte affrescate, i lampadari settecenteschi di Murano e le cascate di cristallini luminosi si trovano tavoli di dimensioni e forme diverse, da usare senza tovaglia per non nascondere le venature delle essenze del legno, i motivi decorativi in ottone e le colonnine portanti. Solo venti posti in tavoli distanti tra loro per garantire la riservatezza; alcuni posizionati dentro nicchie, quasi a voler proteggere gli ospiti, in suggestivi privé decorati. Al centro troneggia un’enorme sfera di bronzo dell’artista Arnaldo Pomodoro. Ogni dettaglio è studiato e scelto accuratamente, da gustare. Gli arredi e le opere sono in sintonia con la cucina di Perez per garantire il massimo del piacere. Al gusto e alla vista.

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...