cerca

News

Approvato il “Piano d’area delle Pianure e Valli Grandi Veronesi”

12 Settembre 2012
Caldiero

Approvato il “Piano d’area delle Pianure e Valli Grandi Veronesi”

Partono le azioni di valorizzazione e salvaguardia della Bassa Veronese

 

Oggi, in Sala Rossa al Palazzo Scaligero, il presidente Giovanni Miozzi e l’assessore alla Programmazione e Pianificazione territoriale Samuele Campedelli hannopresentato il “Piano d’area delle Pianure e Valli Grandi Veronesi”, che è appena stato approvato dalla Regione del Veneto.

 

Erano presenti: Gastone Vinerbini e Angelo Campi, rispettivamente presidente e direttore del Consorzio per lo Sviluppo del Basso Veronese; Antonio Tomezzoli, presidente del Consorzio di Bonifica veronese; sindaci e delegati dei Comuni dell’area territoriale Basso Veronese.

 

Ha partecipato, inoltre: Massimo Giorgetti, assessore regionale ai Lavori Pubblici.

 

Con la pubblicazione sul Bur (Bollettino Ufficiale Regionale) n°68, avvenuta lo scorso 21 agosto, sono diventate efficaci le azioni volte alla valorizzazione e salvaguardia delle valenze naturali e ambientali dei luoghi storici della Bassa Veronese. Le tutele delle fragilità saranno messe in relazione con il sistema urbano e produttivo.

 

Il Piano d’area è uno strumento urbanistico che contine norme vincolanti per l’area della Bassa Veronese e i 33 Comuni che la compongono. Adesso tutti i Comuni della zona dovranno  adeguare i propri piani urbanistici a queste norme di livello amministrativo superiore.

 

Le principali salvaguardie contenute nel Piano sono:

ñ il divieto di creazione di nuove discariche,

ñ il divieto di trasformazione delle aree naturalistiche,

 

ñ il divieto all’ampliamento delle cave d’argilla esistenti,

ñ l’obbligo del parere del consiglio comunale competente in merito alla costruzione di nuove centrali a biomassa di grande potenza.

Inoltre, fra gli obiettivi di gestione del territorio, il Piano prevede:

ñ la realizzazione delle due infrastrutture stradali: Tirreno-Brennero, autostrada Nogara-Mare,

ñ i centri di interscambio ferroviario e di servizio di Nogara e Isola della Scala,

ñ l’utilizzo dell’idrovia Fissero-Tartaro-Canal Bianco, il potenziamento della banchina di Torretta e dell’aeroporto di Vangadizza,

ñ la realizzazione del campus universitario di Legnago e Cerea,

ñ lo sviluppo della filiera agroalimentare in aggiunta all’attività dei quattro distretti industriali (termomeccanica, mobile classico, tessile-abbigliamento, calzatura). 

 

fotoservizio Antonella Anti

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...