cerca

News

Appuntamenti di Ateneo nel “Centenario della Grande Guerra”

16 Marzo 2015
Museo AMO, Verona, Palazzo Forti

Il 16 marzo conferenza in Società Letteraria e il 24 spettacolo al Camploy con Marco Baliani

 

Proseguono gli appuntamenti del cartellone “Centenario della grande guerra”organizzato dall’università in collaborazione con il Comune, l’Istituto veronese per la storia della resistenza e dell’età contemporanea, la Società letteraria e Steinway society.

Lunedì 16 marzo alle 17.30 nella Società Letteraria di piazzetta Scalette Rubiani si terrà l’incontro “Tutti alla frontiera, con la spada e con il cuore. Le molteplici anime dell’Italia interventista”. Speaker Stefano Biguzzi, presidente dell’Istituto veronese per la storia della resistenza e dell’età. L’incontro rientra nel primo ciclo di conferenze  “La guerra degli italiani. Politiche, spazi e protagonisti del primo conflitto mondiale” organizzato con il coordinamento scientifico di Renato Camurri, docente di Storia dell’Europa contemporanea dell’università di Verona.

Grande attesa per l’appuntamento del 24 marzo, quando, alle 21 al teatro Camploy, Marco Baliani attore, drammaturgo e regista teatrale, porterà in scena “E Johnny prese il fucile”diFonderia Mercury. Lo spettacolo, a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili, riprende le fila letterarie dell’omonimo romanzo di Dalton Trumbo. Prima romanzo, poi film, ora spettacolo teatrale “E Johnny prese il fucile” racconta, con lo sguardo di un ragazzo, la terribile esperienza vissuta al fronte da milioni di soldati. Lo spettacolo fa parte della rassegna “AutoreVole: audiodrammi in teatro”, un progetto sviluppato da Fonderia Mercury, gruppo fondato nel 2011 dal regista Sergio Ferrentino. Il regista ha strutturato una rappresentazione teatrale fuori dagli schemi: lo spettacolo è fondato su tre livelli recitativi, ovvero pensare, sognare e ricordare. Il tormentato monologo del protagonista sarà, infatti, arricchito da una moltitudine di suoni che si intrecciano, in modo diverso per ogni fase, con la voce di Johnny. Emergono così i ricordi dolorosi e i sogni infranti di un giovane che si trova ad imbracciare un fucile con neppure vent’anni sulle spalle.

Lo spettacolo è a ingresso libero, fino a esaurimento dei posti disponibili. Sarà necessario arrivare in teatro entro le 20.30 per il ritiro delle radio cuffie. 

 

 

Fotoservizio Antonella Anti

.visita il sito 045 8030461

Via Achille Forti, 1,
37121 Verona

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...