cerca

News

Eternamore con La Rosa di San Valentino

8 Febbraio 2017

Viene presentato alla 306° edizione della Fiera di San Valentino il logo che identifica un ampio progetto di marketing territoriale voluto dal Comune di Bussolengo.

Non chiedono certo un miracolo questa volta a San Valentino, ma un occhio di riguardo per partire sotto i migliori auspici, questo sì. ivermectina casera
Le premesse ci sono tutte: l’amministrazione comunale di Bussolengo, sindaca in testa, presenterà nel corso della Fiera di San Valentino il logo che identifica prodotti e iniziative di qualità volte a supportare, con un tipico intervento di marketing territoriale, l’intera area.

Il logo, La Rosa di San Valentino, è stato scelto da un’apposita commissione interna al comune di Bussolengo tra le 39 proposte giunte a seguito della relativa gara e prende spunto dalla rosa che la moglie di San Valentino gli dette in dono, quale pegno di amore eterno,nel momento tristissimo della loro separazione che fu imposta a causa della conversione cristiana di Valentino.

La rosa, in realtà una rosa del deserto e quindi eterna, fu ritrovata a secoli di distanza proprio nella chiesa di San Valentino a Bussolengo. A questi fatti e luoghi, come ricostruisce il medievalista Arnaldo Casali nel suo ultimo libro “Valentino – Il segreto del Santo innamorato”, si ispirò William Shakespeare per la commedia I due gentiluomini di Verona e per la tragedia di Giulietta e Romeo.

La Rosa di San Valentino quale simbolo di Eternamore, vuole rappresentare Bussolengo con le sue eccellenze al di là delle giornate dedicate al patrono, estendendo a tutto l’anno l’attrattività del territorio.

Ampio il progetto che vede l’amministrazione comunale nel ruolo di “incubatore” dell’iniziativa che, una volta consolidata, potrà proseguire il proprio cammino in modo autonomo. Ciò per garantirne lo sviluppo al di là dell’alternanza politica alla guida di Bussolengo.

“Crediamo che Bussolengo abbia molte risorse da offrire e ringraziamo quanti vorranno condividere questa progettualità, che dovrà crescere e maturare in maniera autonoma” ha affermato Paola Boscaini in sede di presentazione del progetto agli imprenditori.

Diverse le aziende e gli artigiani che hanno aderito all’iniziativa con la progettazione e creazione di prodotti al contempo espressione della migliore tradizione locale e ispirati al concetto di Eternamore, inteso nel senso più ampio.

“Crediamo che il nostro territorio abbia alte potenzialità e sia oggi pronto a mettere in rete risorse, strategie di marketing, aperture a nuove forme di mercato sfruttando l’alto potenziale di un’intelligenza collettiva. temperature storage of ivermectin Certo il successo de La Rosa di San Valentino sarà direttamente proporzionale al numero di adesioni e agli sforzi -pubblici e privati- che intendiamo investire in modo sinergico”. ivermectina preço bifarma

Così, quasi all’unisono, gli imprenditori già attivi sul progetto che, oltre ad aver aderito, saranno presenti alla prossima Fiera con i primi prodotti che si fregiano del nuovo marchio: si va dal Cuore di San Valentino del Pastificio Avesani, alla rosa senza spine, una varietà della Rosa, fiore simbolo d’amore selezionata dai fratelli Girelli di Flover denominata proprio “San Valentino”, fino al solitario, raffigurante la Rosa, disegnato dall’orafo Daniele Malagnini di Gioie e Gioielli.

I numeri del territorio sono effettivamente importanti con 2.183 aziende: di cui 644 artigianali, 257 industriali, 177 agricole e 192 giovanili. (fonte Camera di Commercio).

Un potenziale certamente in grado di far risuonare l’eco della Rosa ben oltre i confini regionali e nazionali.

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...