cerca

News

Il presidente Miozzi con la Giunta traccia il bilancio del 2011

29 Dicembre 2011
Chiesa di San Rocco

Il presidente Miozzi con la Giunta traccia il bilancio del 2011

 

Questa mattina, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, il presidente Giovanni Miozzi e la Giunta hanno tracciato il bilancio del 2011.

 

Presidente Miozzi: “Sono molto soddisfatto di poter esporre gli ottimi risultati che la Provincia di Verona ha ottenuto nei vari settori di intervento. La Giunta ha fatto un grande lavoro anche quest’anno, elaborando progetti che sono stati assunti quali modelli di riferimento a livello nazionale, dimostrando così lungimiranza e capacità di essere innovativi. Il 2011 è stato un anno di soddisfazioni per me e per tutti gli assessori, nonostante i minori trasferimenti da parte dello Stato. In particolare, voglio ricordare: l’elaborazione dei certificati di prevenzione degli incendi in ben 54 edifici scolastici; le opere per la discarica di Pescantina nel settore ambientale; l’adozione dei prestiti d’onore; il sistema bibliotecario provinciale, che è stato d’esempio per altre Province e per la Regione Valle d’Aosta; l’inaugurazione di due strade, la s.p. n. 5 e la strada di Caldierino; l’assise dell’ospitalità nel settore turistico; la progettazione del polo enologico per il comparto del vino; l’accordo con le autorità di pubblica sicurezza territoriali ai fini della tutela della sicurezza, i finanziamenti alla Protezione Civile. Diverse le scelte strategiche per il territorio, come l’accordo con i soci bresciani e trentini per il rilancio dell’aeroporto Catullo, il sostegno ai territori montani, i contributi erogati alla Fondazione Arena, la riorganizzazione di Serenissima. Riporto anche a nome degli assessore Fausto Sachetto e Marco Luciani, che non sono qui oggi, le iniziative più importanti in merito al mondo del lavoro e dell’edilizia scolastica: la Provincia, a sostegno dell’occupazione, ha adottato per prima in Italia i prestiti d’onore per i lavoratori colpiti dalla crisi e ha coordinato i tavoli con i sindacati per la Glaxo, le Cartiere Ca’ di David e la Compometal; mentre per la scuola voglio ricordare i certificati di sicurezza conquistati da moltissimi plessi scolastici e gli investimenti per la ristrutturazione di palestre e classi”.

 

Assessore Marcolini: “Il Consiglio provinciale ha già approvato il bilancio di previsione dell’anno 2012, con un attivo di 168 milioni di euro. Per la riduzione del debito pubblico, peraltro molto basso alla fine di quest’anno, sono stati raddoppiati i 15 milioni di euro già in previsione. La Provincia si è dimostrata un ente virtuoso, registrando cifre di spesa ampiamente al di sotto della media nazionale. Inoltre, è stato rispettato il patto di stabilità, una cui eventuale revisione a livello nazionale consentirebbe alla Provincia si investire ulteriori fondi al servizio dei cittadini. Perciò stiamo lavorando in sede di Governo”.

 

Assessore Campedelli: “Il settore della Programmazione territoriale ha molto sofferto quest’anno a causa dei limiti posti dal Patto di Stabilità, ne è esempio il triennale delle opere pubbliche che risulta molto scarno. Per l’attuazione di diversi progetti la Provincia ha lavorato in sinergia con la Regione del Veneto e con altri enti, anche privati, che hanno messo a disposizione una parte dei fondi necessari. Grande successo ha avuto, invece, la pianificazione del territorio mediante la stipula dei PAT, a cui si sono aperti molti Comuni veronesi”.

 

Assessore Pozzani: “Per quanto riguarda il settore del turismo, la Provincia ha registrato importanti risultati in primo luogo a livello di flussi turistici, che sono incrementati molto in città, ma anche nella zona del Lago di Garda, motore del turismo nel veronese; in secondo luogo a livello di uffici IAT, che hanno continuato ad operare grazie ad una sapiente razionalizzazione dei fondi disponibili; e infine a livello di eventi che complessivamente hanno contribuito alla promozione del nostro territorio, come avvenuto per l’assise nazionale dell’ospitalità che ha portato a Verona ben 35 Province e 15 Regioni. Per quanto concerne, invece, il settore dello sport, ricordiamo il grande impatto mediatico, a livello sia sportivo sia turistico, che hanno avuto i Giochi del Veneto, come altre manifestazione e iniziative che via via sono state presentate nel corso dell’anno. La Provincia si è impegnata molto nel collaborare con il CONI provinciale e ha sostenuto le manifestazione sportive locali, che hanno poi avuto un risvolto positivo anche nell’ambito turistico”.

 

Assessore Codognola: “Sono orgoglioso come assessore alla Sicurezza di aver messo a punto nel 2011 un importante sistema di controllo mediante videosorveglianza con il coinvolgimento 

delle maggiori autorità di pubblica sicurezza del territorio. Nel complesso i problemi che si sono presentati quest’anno non sono stati pochi, ma la Provincia, nonostante la carenza di personale, è intervenuta anche nei Comuni più piccoli inviando propri agenti, che hanno offerto il loro aiuto nelle comuni attività quotidiane”.

 

Assessore Venturi: “In questi giorni si parla molto delle province: si vogliono abbassare i costi per indebolirle, potrebbe essere, invece, un’ opportunità per renderle più forti, visto che sono assolutamente  convinto dell’importanza del loro ruolo. Per quanto riguarda l’ambiente, ci siamo  impegnati per una soluzione positiva su Pescantina e il vigneto Ferrari, ora la questione è passata alla Regione. Tema particolarmente importante è quello dell’inceneritore di Ca’ del Bue: insieme a “Punto 0” abbiamo studiato e cercato di valutare gli effetti ambientali e sanitari che potrebbe avere l’accensione. Abbiamo poi affrontato la questione dei livelli del Lago di Garda: cruciale sarà l’incontro del 20 gennaio che deciderà l’abbassamento dei livelli. È stato, inoltre, approvato il piano energetico provinciale e il patto dei sindaci ha visto triplicare con soddisfazione il numero dei comuni aderenti. Ricordo che il patto prevede da qui al 2020 la diminuzione delle emissioni di Co2 del 20% e un incremento nell’utilizzo delle energie rinnovabili del 20%. La pesca è stata un’altra tematica affrontata durante il 2011: il Lago di Garda accoglie 26.000 pescatori che avranno un nuovo regolamento creato in sinergia da Verona, Brescia e Trento”.

 

Assessore Ambrosini: “La Provincia ha partecipato alle maggiori attività culturali del 2011 e tra queste ‘Librar Verona’  ha registrato un grande successo, così come l’iniziativa ‘Tesori Veronesi’ che, attraverso una serie di eventi, mira alla valorizzazione e alla riscoperta delle bellezze del nostro territorio. Poi ci tengo a sottolineare che, anche nei casi in cui non è stato possibile sostenere economicamente un’iniziativa, si è riusciti comunque a favorire i cittadini attraverso agevolazioni e convenzioni. E’ stato il caso di Opera d’Argento che, nonostante nel 2011 non abbia ricevuto nostri finanziamenti, ha applicato dei prezzi agevolati agli ultra sessantenni. Ricordo, infine, i molteplici concorsi letterari, alcuni di valenza nazionale, che sono testimonianza della vivacità culturale della nostra terra”.

 

Assessore Mazzi: “In ambito di enti partecipati, l’evento più significativo del 2011 è stata la costituzione di Nuova Lessinia: una società che metterà in rete la montagna veronese. Anche nei 

trasporti l’intervento della Provincia è stato decisivo: infatti, grazie alla convenzione tra Provincia di Verona, Comuni ed enti privati è stato possibile sviluppare nuove linee finanziate. Adesso si vogliono potenziare i trasporti da e per il Lago in fascia serale. Infine, possiamo vantare un importante risultato nel settore dei trasporti: i tagli avrebbero dovuto ridimensionare i trasporti di circa un quarto, ma, attraverso un miglior utilizzo dell’avanzo di amministrazione regionale, il servizio pubblico dei trasporti resterà invariato”.

 

Assessore Zigiotto: “La prevenzione del rischio è stata protagonista nel 2011: nonostante i minori trasferimenti da parte dello Stato, il bilancio previsto per i dissesti ha avuto incrementi e non tagli. Si sta ancora lavorando per l’alluvione del 2010, ma da questa brutta esperienza abbiamo imparato molto e tanti sono i progetti per la messa in sicurezza del territorio che hanno visto la partecipazione anche del genio civile. Per quanto riguarda la Protezione Civile e i suoi 1800 volontari  è prevista una riorganizzazione interna, l’introduzione di maggiore personale specializzato e la creazione di una sala operativa. Tutto questo per migliorare la risposta e gli interventi alle emergenze”.

 

Assessore De Beni: “Per quanto riguarda le strade devo dire che il Patto di Stabilità ci ha creato dei problemi. Sono stati fermati alcuni lavori per non venir meno ai vincoli. Nel 2010 abbiamo ottenuto 18 milioni dalla Regione per la SP 10 e il collegamento di Terrazzo, abbiamo poi chiesto e avuto il premesso di occuparci personalmente dei lavori perché conosciamo meglio il territorio. Un’opera in buona parte già finanziata, della quale ci sarà a breve una presentazione ufficiale, è quella del collegamento della SP 6 all’autostrada. L’auspicio per il nuovo anno è che ci sia il denaro necessario per asfaltare la rete provinciale. Al centro del nostro agire ci sono ora la Mediana e la Nogara Mare ”.

 

Assessore Frigotto: abbiamo un’agricoltura importante nei numeri e di prestigio nella produzione, punta di diamante dell’Italia. Sono stati intrapresi diversi progetti nel 2011 tra cui ricordo: la valorizzazione dell’asparago, del radicchio e delle fragole. È necessario ora creare una filiera di fiducia e valorizzazione dei nostri prodotti per poter essere competitivi all’estero. Il cambiamento deve iniziare dagli agricoltori sensibilizzandoli riguardo alla commercializzazione

dei prodotti. Se vogliamo essere competitivi dovremmo aggregare l’offerta e puntare sull’unione di marca”. 

 

fotoservizio Antonella Anti

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...