cerca

News

Intervista a Stevie Kim, managing director di Vinitaly

7 Aprile 2016
Veronafiere

Intervista a Stevie Kim, managing director di Vinitaly International “Vinitaly 2016 vuole diventare sempre più B2B. Per il divertimento? C’è Vinitaly & the City”

 

“Complicato, individualista e creativo. Il vino è come gli italiani”

Stevie Kim, managing director di Vinitaly International, è un’outsider nel mondo della dirigenza di Veronafiere. Nata in Corea e cresciuta a New York, da anni vive e lavora nel nostro Paese e rappresenta un perfetto mix di aspetto orientale, pensiero americano e cuore italiano.

 
Miss Kim, cos’è Vinitaly International?
È il braccio operativo della promozione del vino italiano nel mondo, con tappe nei nuovi mercati (Cina, Russia, America, Canada). Incontriamo potenziali acquirenti e cerchiamo di portarli in Italia, sia in fiera a Verona sia dai produttori durante l’anno.

 
Vinitaly, cioè, come un brand da promuovere nel mondo?
In passato la produzione di vino italiano veniva assorbita dal mercato interno, mentre ora il consumo è diminuito; il mercato internazionale è diventato il più importante e questa è la sfida. In Asia non si beveva vino, poi si è iniziato con vini semplici e internazionali. Ora la clientela cerca qualcosa di affascinante e il vino italiano è vincente per biodiversità e varietà culturale.

 
Come viene percepito il vino italiano all’estero?
Complicato, individualista e creativo. Sì, è come gli italiani! Esistono 594 tipologie di uva per produrre vino italiano, di cui 494 sono vitigni autoctoni riconosciuti ad oggi, e poi c’è il territorio con le sue DOC e DOCG. Questa ricchezza appare frammentata: è estremamente complicato spiegare a un cinese la differenza tra un Chianti e un Chianti Classico.

 
Lei come ci riesce?
Non sono un’esperta di vino e devo semplificare la comunicazione. In Italia, fin dall’infanzia, il vino è in tavola e se ne acquisisce una conoscenza basilare, ma all’estero non è così. Io traduco e “digerisco” le informazioni per renderle accessibili a me e agli altri, adattando il linguaggio a seconda del Paese.

 

Vinitaly 2016, l’anno del 50° anniversario. Quanto spazio dedicato al business e quanto allo svago?
L’edizione di Vinitaly che inizia domenica 10 aprile e ambisce a diventare più B2B (cioè Business to Business, riservato alle negoziazioni commerciali) e meno rivolto ai visitatori, vuole celebrare questo anniversario come un nuovo inizio, grazie anche ai riconoscimenti dati ai produttori storici e agli eventi ricchi di glamour. Inoltre Veronafiere ha fatto concreti investimenti per migliorare e potenziare la struttura, i parcheggi, ma anche i bagni e il servizio wifi. Spero si noti la differenza e spero che questo sia il messaggio della cinquantesima edizione.

 
E lo svago? I veronesi vanno al Vinitaly per divertirsi…
E per questo abbiamo creato Vinitaly and the City! È il primo anno di uno sforzo imponente e coordinato con il territorio, per offrire alle persone che non lavorano nel vino un contenitore al di fuori della fiera. Vinitaly and the City coinvolge la città: divertimento, degustazioni enogastronomiche ed eventi, situati negli angoli più belli della città. Per conoscere tutti gli appuntamenti è stato creato un mini sito web con calendario. Il 2016 è un anno di prova, per vedere se a Verona può funzionare un Fuori Salone come quello di Milano.

 
Come sarà, dunque, Vinitaly and the City?
È un grande progetto che coinvolgerà davvero la citta: in piazza Bra, in piazza dei Signori, all’Arsenale con un’area dedicata ai vini bio (vedi Biologic a pagina….. ) e in Cortile Mercato Vecchio dove tutti i giorni, dalle 21 alle 23, si terranno concerti ed eventi. Inoltre, abbiamo una collaborazione con Confcommercio e saranno coinvolti anche i negozianti.. Sì, ci sarà tutta la città: una vera novità per Verona!.

V.le del Lavoro 8,
37135 Verona

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...