cerca

News

La biodiversità è ricchezza

12 Maggio 2024

La biodiversità è ricchezza. Come ambiente, benessere e salute sono interconnessi

di Marta Tarasconi

 

Abbiamo la fortuna di vivere in un paese ricco di biodiversità. In Italia contiamo infatti metà delle specie vegetali e circa 1/3 di tutte le specie animali presenti in Europa. Un patrimonio immenso, che però non stiamo minimamente tutelando. Sempre più specie sono a rischio di estinzione e questo rappresenta un problema anche per noi. Abbiamo infatti un rapporto molto stretto con l’ambiente che ci circonda e con gli altri organismi viventi che lo abitano, eppure spesso ce lo dimentichiamo. Tra questi, da sempre giocano un ruolo fondamentale le api, che garantiscono il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali viventi e il 35% della produzione globale di cibo.

Per capire meglio questo legame, abbiamo intervistato Letizia Proserpi, medico chirurgo, divulgatrice scientifica e autrice del libro “La salute di tutto comincia da te” – in cui affronta proprio queste tematiche.

 

Perché la biodiversità è così importante?
La biodiversità rappresenta il substrato della vita ed è fondamentale non solo per il mantenimento degli equilibri e del corretto funzionamento degli ecosistemi ma anche per la salute umana. La biodiversità nei sistemi agricoli assicura la disponibilità di una vasta gamma di colture e specie animali, fornendo una base nutritiva diversificata per l’alimentazione umana. Un’ampia varietà di piante e animali contribuisce a garantire la sicurezza alimentare e a prevenire la carenza di nutrienti essenziali nella nostra dieta. Non solo, un ecosistema molto biodiverso è un’ecosistema più resiliente alle avversità. Molte delle risorse medicinali provengono dalla natura. Avere intorno una ricca biodiversità tiene aperte le porte per la scoperta di nuovi farmaci. La biodiversità contribuisce anche alla regolazione del clima e della qualità dell’aria e dell’acqua. Gli ecosistemi naturali diversificati possono poi ridurre il rischio di malattie infettive. E non sottovalutiamo i benefici per la nostra salute mentale.

 

Che rapporto c’è tra il nostro benessere e quello dell’ambiente?
La consapevolezza delle tante interconessioni tra noi e l’ambiente è ancora bassa. Alla base del concetto di Salute Planetaria, c’è l’idea per cui un ambiente sano influisce positivamente sul nostro stato di salute e uno malato lo fa negativamente. Ogni nostra azione ha delle ripercussioni sulla natura e sulla società, che ci tornano indietro. Tutelare l’ambiente diventa una misura di prevenzione primaria, consentendoci di diminuire il rischio di molte malattie che colpiscono il nostro fisico o la nostra mente. L’ambiente fornisce le risorse naturali da cui dipendiamo per soddisfare le nostre esigenze quotidiane, come cibo, acqua potabile, aria pulita, materiali da costruzione e fonti di energia. Passare del tempo in natura può ridurre lo stress, migliorare l’umore, favorire la concentrazione e aumentare la creatività. La degradazione dell’ambiente, come l’inquinamento, la perdita di habitat e il cambiamento climatico, può avere effetti negativi sulla nostra salute, aumentando il rischio di malattie respiratorie, cardiovascolari e mentali.

 

E le api, che ruolo hanno?
Gli impollinatori svolgono un ruolo cruciale nel mantenimento della nostra salute e del nostro benessere oltre che dell’integrità degli ecosistemi. L’impollinazione è un processo vitale per la riproduzione di moltissime piante, che a sua volta porta alla produzione di frutta, verdura, semi e di molti altri vegetali che costituiscono la base dell’alimentazione umana. Circa il 75% di quello che troviamo sui banchi del supermercato esiste grazie a loro. Ma le api contribuiscono anche alla conservazione della biodiversità e alla salute degli ecosistemi naturali. Le popolazioni di api e altri impollinatori si trovano in uno stato critico, essendo minacciate da una serie di fattori, tra cui l’uso eccessivo di pesticidi, la perdita di habitat, le malattie e lo squilibrio delle stagioni e delle temperature. Negli ultimi anni si è assistito a un allarmante declino delle popolazioni di api a livello globale, raggiungendo in alcune aree picchi dell’80%. Proteggere e preservare questi preziosi insetti è quindi essenziale non solo per garantire la sicurezza alimentare, ma anche per mantenere equilibrati gli ecosistemi naturali e per promuovere la nostra salute e il nostro benessere.

 

Vivere in equilibrio con l’ambiente: è questo il tema principale del tuo libro. Come riuscirci?
Dobbiamo re-imparare a conoscere la natura, creando nuovamente una connessione con essa. Quanti di noi sanno quanto ci impiega un pomodoro a crescere? Riscoprire il mondo che esiste al di fuori delle nostre città ormai sommerse da cemento può aiutarci a capire quanto sia importante la tutela dell’ambiente, spingendoci anche ad agire in senso proambientale. Il messaggio che spero di far arrivare più lontano possibile con il mio libro è proprio questo: noi siamo natura, siamo parte degli ecosistemi come tutti gli altri esseri viventi vegetali e animali con cui conviviamo, non siamo qualcosa di separato da essi e imparare a sentirci parte di un tutto è importante per provare a costruire un mondo migliore ma anche per provare a vivere una vita in salute, in quanto essa dipende direttamente dalla salute dell’ambiente e degli altri animali.

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...