cerca

News

La professoressa Evelina Tacconelli

27 Febbraio 2024

Professore ordinario e direttore della Clinica di malattie Infettive, AOUI Verona, consulente per le infezioni resistenti agli antibiotici all’Università di Tubinga e direttore scientifico di ECRAID la più grande piattaforma Europea per gli studi sulle malattie infettive.

di Giancarla Gallo

 

Cosa rappresenta per Lei questa Giornata?
“Da giovane non ho mai compreso il valore dell’8 marzo, anzi ho sempre ritenuto che dedicare un giorno alle donne così come riservare delle quote in politica, non fosse corretto. Se il concetto basilare è che ognuno deve avere la stessa opportunità di raggiungere posizioni autorevoli, sottolineare le differenze ottiene l’effetto opposto” spiega la professoressa Tacconelli. “Sono stata sicuramente fortunata; ho potuto scegliere un lavoro che adoro e ho raggiunto l’apice della mia carriera a livello Europeo, pur essendo una donna e senza alcuna facilitazione. Tuttavia, ho assistito e continuo ad assistere a soprusi nell’ambito lavorativo verso le donne. Ancora oggi è considerato normale sedere in Comitati medici dirigenziali, dove le donne sono una percentuale bassissima o selezionare un candidato maschio invece che donna per una posizione di dirigenza a parità di competenze”. E continua: “Nella vita reale però i pazienti sono perfettamente in grado di comprendere se il medico che hanno di fronte è competente. Per loro non fa nessuna differenza il genere, l’età, né il luogo di nascita. Posso dire con sicurezza di non aver mai subito una discriminazione di genere da parte di un paziente. Il problema, quindi, non è culturale italiano, ma squisitamente limitato all’esercizio e alla condivisione del potere”. E conclude: “Per superare il problema le donne devono imparare a supportarsi a vicenda e a combattere per le altre donne quando raggiungono una posizione di potere. Purtroppo, questo non avviene e tante, troppe donne in carriera, combattono solo per sé stesse e per mantenere i privilegi finalmente raggiunti. Se posso fare un Augurio oggi alle donne giovani che vogliono fare Medicina, direi di intraprendere questa strada con gioia e coraggio e di non avere mai paura di mantenere alta la testa e supportare le proprie opinioni. Fare carriera è possibile, richiede tanta forza di volontà e rappresenta l’opportunità di fare di più per i propri pazienti e per le colleghe più giovani. L’esempio di oggi su come le donne esercitano il potere farà una enorme differenza per la Società in cui vivranno i nostri figli”.

 

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...