cerca

News

L’elemento acqua, come coglierne i benefici nuotando

8 Giugno 2024

di Gabriele Garofalo

 

“Ho sempre associato il nuoto a un gesto di libertà. Voi istruttori permettete alle persone di diventare liberi in un ambiente che non è naturale per loro”.

Queste le parole di una mamma, a bordo vasca, alla fine dei 60min di corso di nuoto dove sua figlia, con curiosità e occhi attenti, aveva ascoltato me darle consigli su come mettere il braccio a stile libero, su come essere leggeri a dorso e varie altre cose.
Perchè si sà, l’acqua è un elemento a sé. Noi siamo animali terrestri, ma viviamo circondati da spazi d’acqua. Quell’acqua vitale per l’essere umano, insapore e inodore per la scienza, ma alla quale ognuno di noi, diciamoci la verità, associa ricordi di sapori, profumi e sensazioni.

Il salato del mare in bocca dopo un tuffo, l’odore di cloro appena varcate le porte di una piscina, la coccola dell’asciugarsi la pelle bagnata dopo una doccia rigenerante. Ed ecco che il nuoto, o meglio il saper nuotare, diventa la modalità, il passaporto, con cui possiamo entrare e usufruire di questo grande dono, l’acqua. Un ambiente nuovo pronto ad accoglierci e a farci sentire liberi e leggeri, come quella bambina.

Quali sono i benefici del nuoto nel concreto? Cinque sono i principali.

  • Aumenta la resistenza aerobica. Vuoi fare attività fisica per bruciare grassi e migliorare la tua resistenza? Allora nuota per almeno 45-50 minuti in modo continuativo a bassa intensità (attività aerobica lipidica per i più tecnici) per almeno 2-3 volte a settimana e starai perseguendo il tuo obiettivo.
  • Coinvolge tutto il corpo. Il nuoto è uno sport completo viene detto a ragione. Una buona tecnica aiuta poi a focalizzarsi su tronco, spalle e braccia con ampi giovamenti posturali.
  • Riduzione del rischio di malattie cardiovascolari. Nuotare regolarmente migliora la capillarizzazione periferica, favorisce una valida gittata sistolica e regola i battiti del cuore sotto sforzo.
  • Tonificazione. Nel nuoto il lavoro muscolare, per un amatore, non è fatto di potenza ma contribuirà a rendere la muscolatura più efficiente e reattiva. Per questo motivo viene consigliato di nuotare nei periodi di recupero e riabilitazione, perché lavorando in acqua si riduce l’impatto sulle articolazioni.
  • Riduzione dello stress. Una bella nuotata in totale relax, sentire solo il suono delle bracciate e dell’acqua aiuta a ridurre lo stress e l’ansia, migliorando il benessere complessivo.

 

Perchè l’acqua la si apprezza misurandone l’essenza fra le braccia mentre inizi a muoverla intorno a te. Ora che si è aperta la stagione estiva c’è più gusto ad andare in piscina. Buona nuotata!

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...