cerca

News

L’ospitalità secondo Masi

4 Aprile 2016
Cantine Masi

“Chi beve vino è alla ricerca di una percezione immateriale, che rimanda al territorio dove il vino nasce. E noi cerchiamo di offrire un’esperienza totale: visite, degustazioni, eventi, corsi”.

Intervista a Raffaele Boscaini, direttore marketing di Masi

“Ormai chi degusta vino va oltre la qualità del prodotto, che considera il requisito minimo. E con il vino cerca non solo il gusto, ma anche qualcosa di immateriale: una percezione di benessere, di esclusività, che rimanda al territorio in cui quel vino nasce. E proprio questo noi cerchiamo di regalare: emozioni”. Nasce così, nelle parole di Raffaele Boscaini, direttore marketing di Masi, la «Masi wine experience»: non solo un modo per proporre degustazioni, ma un progetto di ospitalità e cultura, un’esperienza intesa a 360 gradi.

  • Dottor Boscaini, in che senso vino è sinonimo di cultura?
    Parlare di vino non significa solo approfondire la tecnica viticola. Chi decide di immergersi nella Masi Wine Experience scopre soprattutto altro: un contesto culturale in cui quel vino viene prodotto. Nel caso di Masi, la storia di un’azienda agricola che conta sette generazioni, le ricette di famiglia e i suoi piccoli segreti in tema di tecnologia e di gusto.

 

  • Per questo, con questo progetto, siete ripartiti dalle origini, dal territorio?
  • Già. Il nostro marchio, ormai, è conosciuto anche all’estero. Il nostro vino apprezzato da 60 anni sui mercati di tutta Europa, a partire da Svizzera, Austria, Germania, Benelux e tutti i Paesi Scandinavi. Per fidelizzare gli estimatori dei nostri vini dovevamo offrire qualcosa di più. Per questo abbiamo aperto le porte delle nostre sedi storiche in Valpolicella, ma anche degli altri luoghi di accoglienza dove abbiamo trasferito la nostra anima e i nostri valori. Con Masi Wine Experience e le possibilità che offre – visite, degustazioni, eventi, foresteria, corsi di cucina – speriamo che anche i nostri ospiti riescano a “respirarli”.

 

Masi, un’esperienza che si fa in quattro

Sono quattro le esperienze che Masi propone agli estimatori del suoi vini:
In Valpolicella classica, alle Possessioni Serego Alighieri, nobile dimora dove risiedono i discendenti di Dante dal 1353, e la sede storica di Masi, con le ampie cantine e il fruttaio per l’appassimento delle uve dell’Amarone.
Alla Tenuta Canova di Lazise, sul Garda, che accoglie con cordialità amanti del vino e famiglie, con l’uliveto attrezzato per raffinati picnic, il belvedere sui vigneti, il fruttaio per l’appassimento, la cantina dove affina il celebre Campofiorin e il piacere dei vini e della cucina nel wine bar.
A Tupungato, nella regione di Mendoza (Argentina), dove Masi ha trovato le condizioni ambientali e culturali perfette per accogliere le uve e le tecniche delle Venezie e per creare un’azienda eco-sostenibile.
A Zurigo, dove Masi ha da poco iniziato una nuova avventura: un ristorante e un wine bar nel cuore della Svizzera, “luogo moderno dal cuore antico”, dove tra arredi di design e citazioni veneziane, si può scegliere tra il rito informale dell’aperitivo e la cucina gastronomica.


info e prenotazioni:

045 6832532

wine.experience@masi.it

Via Monteleone, 26,
37015 Gargagnago di Valpolicella (VR)

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...