cerca

News

Marzo tra Jazz e Danza al Teatro Ristori

22 Febbraio 2016
Teatro Ristori

Ultimo appuntamento per il Verona Jazz Winter 2016

Ultimo appuntamento per il Verona Jazz Winter 2016 che saluta gli spettatori con l’arrivo il 15 marzo (ore 21) di Steve Lehman Quintet, il terzo esponente della generazione delle rising stars, trenta-quarantenni americani che il Verona Jazz Winter ha presentato. Trentasette anni, Steve Lehman è risultato quest’anno il primo nella categoria Jazz Artist (Rising Stars), nell’annuale indicazione dei critici internazionali per Downbeat. In Italia ha vinto il premio della critica, il Top Jazz 2014, nelle categorie, per il Jazz Internazionale, di Musicista dell’Anno, Formazione dell’Anno, e Disco dell’Anno. L’album premiato è Mise En Abîme – premiato anche nella categoria Best Albums of 2014 dal mensile Downbeat. Al Newport Jazz Festival 2015 il suo è stato uno dei “concerti più attesi tra gli appassionati del progressive jazz:[…] la perfezione nell’architettura e negli incastri sonori” (E. Capua, Musica Jazz ott 2015).

  • Lehman (sax alto, elettronica) si esibirà in quintetto con:
  • Jonathan Finlayson – tromba
    Chris Dingman – vibrafono, glockenspiel
    Joe Sanders – contrabbasso
    Justin Brown – batteria

 

La bellezza della danza della Compagnia Zappalà

Lunedì 21 marzo (ore 21) arrivano a Verona le coreografie della Compagnia Zappalà Danza con lo spettacolo dal titolo I AM BEAUTIFUL, 4° step del progetto Transiti Humanitatis, che sarà presentato in prima assoluta a Ferrara solo qualche giorno prima. Fondata a Catania nel 1989 da Roberto Zappalà, direttore artistico e coreografo principale, la Compagnia siciliana è considerata oggi dalla critica europea una delle più interessanti realtà della danza contemporanea italiana. La nuova creazione di Roberto Zappalà è l‘ultima, ma non conclusiva tappa del progetto Transiti Humanitatis, avviato nel 2014 dal coreografo insieme alla sua Compagnia. L’“umanità”, quella dell’umanesimo, degli “studia humanitatis” che nel Quattrocento indicavano gli studi letterari volti a formare la persona, sono, ovviamente, nella “traduzione” di Roberto Zappalà, gli “studia” del corpo e del gesto. In questo spettacolo Zappalà abbandona quasi del tutto ogni finzione drammaturgica, ogni orpello scenico, per sviscerare ed esaltare fino in fondo il linguaggio della sua Compagnia. Quella di I AM BEAUTIFUL diventa così una danza che assume come categoria fondamentale quella della visceralità. In I AM BEAUTIFUL, attraverso i corpi dei danzatori, è la danza stessa a parlare in prima persona, a dichiararsi bella e mentre afferma sé stessa si rende conto che la bellezza che vorrebbe raggiungere non è mai una risposta o una soluzione ma sempre un interrogativo e una ricerca incessante.

Via Teatro Ristori, 7,
37121 Verona

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...