cerca

News

Ultima rappresentazione di Madama Butterfly di Giacomo Puccini

1 Gennaio 2013
Clinica Ezio Costa

Ultima rappresentazione dell'opera il 6 agosto.

Madama Butterfly di Giacomo Puccini.
Il libretto, in due atti, scritto da Giuseppe Giacosa e Luigi Illica trae ispirazione dal racconto Madame Butterfly di John Luther Long del 1898. Puccini vi lavorò dall’estate del 1901 al dicembre 1903, per andare in scena il 17 febbraio 1904 al Teatro alla Scala di Milano. L’opera venne fischiata e costrinse il compositore a rimettere mano alla partitura, che venne finalmente applaudita il 28 maggio dello stesso anno al Teatro Grande di Brescia.

Per l’ottava volta Madama Butterfly trova posto nel cartellone del festival areniano (in precedenza è stata rappresentata nel 1978, 1983, 1987, 1997, 1999, 2004, 2006, per un totale di 57 recite).

L’allestimento di quest’anno, con regia e scene di Franco Zeffirelli ed i costumi del Premio Oscar Emi Wada, è una ripresa dell’edizione del 2004.

Sul podio dirige l’Orchestra dell’Arena di Verona Antonio Pirolli, mentre quale interprete del ruolo principale, Cio-Cio-San, è il soprano di origine bulgara Svetla Vassileva, che debutta in Arena nel ruolo ma è già nota al pubblico veronese per aver interpretato diversi ruoli negli anni precedenti. Nel ruolo della fida Suzuki sarà Rossana Rinaldi, Kate Pinkerton Ausrine Stundyte, F.B.Pinkerton Carlo Ventre, Sharpless Gabriele Viviani, Goro, Saverio Fiore, Il Principe Yamadori Luigi Mancini, Lo Zio Bonzo Victor Garcia Sierra, Il Commissario Imperiale Fabio Bonavita, l’Ufficiale del registro Daniele Cusari.

Tutti gli interpreti sono affiancati dai complessi artistici areniani: l’Orchestra, il Coro ed il Corpo di Ballo.
Il Coro è diretto da Giovanni Andreoli, il Corpo di Ballo da Maria Grazia Garofoli.
Comparse e Tecnici dell’Arena di Verona.

Ulteriori informazioni sul Festival lirico 2010 sono disponibili sul sito www.arena.it e chiamando il call center 045 8005151.

Alleghiamo il manifesto dell’opera, insieme alla biografia di Emi Wada, alcuni figurini della costumista ed alcune immagini dall’Archivio della Fondazione Arena (crediti: Archivio Storico Fondazione Arena di Verona).

Riportiamo, quale piccola curiosità letteraria, il testo di una cartolina, scritta da Giovanni Pascoli al Maestro di Lucca, nel febbraio 1904, nelle vicinanze della prima assoluta dell’opera:

Caro nostro e grande Maestro,
la farfallina volerà:
ha l’ali sparse di polvere,
con qualche goccia qua e là,
gocce di sangue, gocce di pianto…

Vola, vola, farfallina,
a cui piangeva tanto il cuore;
e hai fatto piangere il tuo cantore …

Canta, canta, farfallina,
con la tua voce piccolina,
con il tuo stridere di sogno,
fievole come il sonno
soave come l’ombra,
dolce come una tomba,
all’ombra dei bambù
a Nagasaki e a Cefù.

GIOVANNI PASCOLI

.visita il sito Tel. 045 8680233

Via Friuli, 5,
37060 Lugagnano di Sona (VR)

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...