cerca

News

“Radicchio di Verona IGP” Un progetto per valorizzare e promuovere il radicchio del nostro territorio

19 Ottobre 2011
PalaOlimpia (Agsm Forum)

Oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore alla Politiche per l’Agricoltura Luigi Frigotto ha presentato il progetto “Radicchio di Verona IGP 2011”, che prevede manifestazioni ed eventi che si svolgeranno dal 5 novembre al 31 gennaio 2012 nei  Comuni di produzione.

 

Erano presenti: il presidente del Consiglio provinciale Antonio Pastorello; il funzionario del settore Agricoltura della Regione del Veneto Guido Mazzucato; il rappresentante della Confcommercio – ristoratori – Claudio Rama; il rappresentante della Camera di Commercio e della Fiera di Verona Claudio Valente; il presidente  del Consorzio del Radicchio  Lorenzo Ambrosi; il presidente della Strada del vino Soave Paolo Menapace e la presidente della Strada del vino Terra dei Forti Rita Zanoni.

 

Il progetto si propone di valorizzare il radicchio veronese e la cultura enogastronomica del territorio, che comprende anche altri prodotti, come olio, vino e prosciutto.

E’ possibile trovare informazioni sul sito www.radicchiodiveronaigp.it.

 

Lo chiamano anche ‘oro rosso’ e forse una ragione ci sarà. Anzi, più di una. Il Radicchio di Verona innanzitutto ha un padre nobile, vale a dire quello di Treviso. Poi, le terre sabbiose della bassa veronese, principalmente quelle di Cologna Veneta e Roveredo di Guà, sono ambienti perfetti per la sua coltivazione. Da lì nasce una cicoria croccante, leggermente amarognola, ricco di vitamine A e B, sali minerali e con proprietà depurative.

E infine ‘Quando lo porti in tavola ha del fascino discreto, ne osservi la costolatura, bianca e croccante, e riconosci è che un vero aristocratico e…poi…osservando meglio… pensi … “dentro di lui c’è qualche carattere di sangue blu” e, questo, ne aggiunge un delicato sex-appeal’. Parola del veronese Enzo Gambin, appassionato e culture di botanica, enogastronomo delle tipicità. Ma non si tratta di semplice campanilismo, perché la qualità del Radicchio di Verona è stata riconosciuta anche dall’Unione Europea che ne ha concesso il marchio IGP.

Una bella ‘coccarda’ da appuntare sulle foglie rotondeggianti di questa saporita cicoria e un importante traguardo che il Consorzio di Tutela ha raggiunto dopo molti anni. Per festeggiare il neoeletto ‘Re’ della tavola invernale, la provincia di Verona ha messo in cantiere il Progetto Radicchio di Verona IGP. Si tratta di un tour lungo quattro mesi tra fiere, degustazioni e convegni dove a fare compagnia al radicchio ci saranno altri rinomati prodotti del territorio veronese come il Riso, l’olio del Garda e l’Olio Veneto DOP, i vini Soave, Terradeiforti, Arcole, Merlara, Durello e Valpolicella DOC, il Prosciutto crudo Veneto Berico Euganeo DOP.

Le celebrazioni prenderanno il via il 26 ottobre al Castello di Bevilacqua per continuare sino a febbraio 2012. Accanto alle importanti fiere di Casaleone, Cologna Veneta, Roveredo di Guà ed Arcole viene proposto un invitante tour enogastronomico che coinvolge quarante ristoranti. Tutte le informazioni con menù, ricette e poesie sul sito www.radicchiodiveronaigp.it

 

FOTOSERVIZIO ANTONELLA ANTI

Piazzale Atleti Azzurri D'Italia, 1,
37138 Verona

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...