cerca

News

Restauro del Palazzo Scaligero e degli affreschi di Altichiero Partono i lavori che dureranno due anni

3 Ottobre 2011
Azienda Agricola Monte Zovo

 fotoservizio Antonella Anti

Oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, il presidente della Provincia Giovanni Miozzi e l’assessore all’Edilizia e al Bilancio Stefano Marcolini hanno illustrato il complesso restauro del Palazzo Scaligero che durerà due anni. 

 

Erano presenti: il vicario del Prefetto Iginio Olita; il coordinatore del  gruppo di progettazione, professor Giuseppe Cruciani Fabozzi.

 

I lavori inizieranno oggi e toccheranno sia la sede della Provincia sia la Prefettura. Gli interventi sono finalizzati al restauro, alla manutenzione straordinaria e all’ottenimento del certificato di prevenzione incendi.

 

 

Il 3 agosto 2010 è stato concordato il progetto definitivo con D.D. n. 4226 del 10 agosto 2010; il progetto esecutivo è stato invece approvato con D.D. n. 753 del 21/02/2011 e le spese complessive previste ammontano a 3.000.000.000  di euro.

I lavori di bonifica e messa a norma previsti, commissionati dall’Amministrazione Provinciale,  riguardano il restauro dei tetti, delle merlature e della porzione sommitale dei corpi edilizi e le opere di adeguamento necessarie al rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi da parte dei Vigili del Fuoco.

Si sono ricercate le soluzioni tecniche volte a non alterare, ove possibile, le caratteristiche tipologiche, costruttive e formali del manufatto. In tale ottica si sono studiati, insieme alla Soprintendenza, due tipi di pacchetti di copertura differenziati per corpo di fabbrica con l’utilizzo di un doppio tavolato ligneo incrociato oppure di tiranti metallici in acciaio inox collegati alle travi di falda. L’isolamento dei materiali utilizzati è stato ottenuto posando dei materassini in lana di vetro sugli impalcati non praticabili.

Per stabilizzare le merlature, particolarmente vulnerabili in caso di sisma, si sono inserite in ciascun  merlo delle barre inox verticali, ancorate nelle murature sottostanti.

Il restauro dei prospetti comprende la pulitura delle superfici in terracotta e in marmo e il loro rafforzamento.

Verranno inoltre sostituiti i lucernari e gli infissi dei tetti integrando quelli esistenti con delle finestre in acciaio colorato provviste di vetri antiriflesso.

Nella Loggia di Cansignorio, oggi sede della Prefettura, saranno ristrutturati gli antichi affreschi di Altichiero  che erano stati commissionati da Cangrande della Scala, e che oggi non sono visibili.

Il progetto della sicurezza è stato studiato in modo da non interrompere l’attività degli uffici, articolando il cantiere in tre fasi. 

Località Zovo, 23,
37013 Caprino Veronese (VR)

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...