cerca

News

RICOMINCIAMO A CHIAMARLO TRINITÀ!

5 Febbraio 2015

RICOMINCIAMO A CHIAMARLO TRINITÀ!
INIZIANDO DA NOCTUA, MASSIMO TOTOLA

E OMAR FANTINI

 

La speciale rassegna del teatro Santissima Trinità apre i battenti in grande stile con una coppia di spettacoli degni di nota: Il Paese di Non È dei Noctua con l’attore Massimo Totola per Sabato 7 Febbraioore 21:00, e la prima assoluta del nuovissimo spettacolo di Omar Fantini Cose mai viste per Domenica 8 Febbraio ore 17:30.

 

“… Ricominciamo a chiamarlo Trinità!” è pronta ai blocchi di partenza. Il suo duplice obiettivo di valorizzare il teatro Santissima Trinità da un lato, e di offrire un’originale proposta artistico-culturale pensata appositamente per Verona dall’altro, troverà la prima espressione nella speciale coppia di appuntamenti previsti per il prossimo fine settimana.

 

A tagliare il nastro della rassegna Sabato 7 Febbraio, alle ore 21:00, sarà Il Paese di Non è. Una proposta piuttosto particolare, questa, che accosta un artista veronese molto conosciuto ed apprezzato come Massimo Totola ai Noctua, un’interessante realtà che gode di larga stima tra un pubblico più settoriale. Anche loro veronesi, i Noctua sono un gruppo formato da musicisti che,  con bagagli di esperienze diverse, suonano insieme in questa formula dal 2008; la loro musica si ispira al rock progressivo italiano, con venature Folk, ed alla tradizione celtica.

 

La proposta risulta particolare anche per il genere di spettacolo, trattandosi di un racconto musicale all’interno del quale melodie e recitato si intrecciano a sostegno della trama narrativa, colorandone la scenografia ed evocando suggestioni in grado di serpeggiare ben oltre la quarta parete. La storia è ambientata fra le variopinte case del Paese di Non È, un piccolo centro rurale di gente semplice le cui giornate seguono i ritmi naturali del sole, delle stagioni, del tempo atmosferico. Le tradizioni, talvolta sottilmente rasenti la superstizione, sono impresse nella memoria dei paesani così come sulla corteccia dell’albero che sovrasta e  protegge il paese. Quando però un mercante arrivista riesce – con la complicità di alcuni abitanti – a rubare l’albero e, con esso, tutte  le tradizioni del Paese di Non È, le cose cambieranno. È possibile rubare cultura e tradizioni? La risposta verrà suggerita al termine del racconto, quando un tenero germoglio darà ai paesani la speranza di un nuovo albero.

 

Di tutt’altra natura sarà lo stile dello spettacolo in cartellone per le 17:30 di Domenica 8 Febbraio, non per questo di minor spessore. Ideatore, autore e protagonista di questa prima assoluta sarà Omar Fantini, un artista già molto amato a Verona, ma nella quale torna solo dopo diverso tempo con uno spettacolo del tutto nuovo: è proprio il caso di dire, quindi, che assisteremo a Cose mai viste.

 

Omar è conosciuto ai più grazie alla televisione, per la quale ha partecipato a programmi come Visitors e Sputnik (Italia 1), Super Ciro e Sformat (Rai 2), Colorado Cafè (Italia 1) o Quelli che il calcio (Rai 2); ha inoltre condotto Central Station e Metropolis per Sky Comedy Central e ideato il format Provato per voi messo in onda da Italia 1. Non tutti però sanno che, prima di approdare al piccolo schermo, Omar Fantini si è fatto una solida gavetta a teatro, diplomandosi in recitazione al teatro Prova di Bergamo e poi alla scuola Acting Center di Milano. Ed è proprio qui, in teatro, che lo ritroviamo oggi a dare il meglio di sé. Sì, perché nonostante Omar abbia trovato la popolarità anche grazie ai suoi numerosi alias, come Nonno Anselmo, Marylin Manson, Marcello Kuntakinte o Edward Cullen, il vampiro di Twilight, è quando si presenta nei suoi veri panni che ci regala davvero il fulcro della sua personalità, ciò che lo distingue da altri comici. Omar Fantini è un “naturale”, un intrattenitore nato che ha dalla sua anche la forza di una lunga esperienza. Da non perdere quindi questo nuovissimo show: niente maschere, niente personaggi, solo risate in perfetto stile stand-up comedian… Ma alla Fantini.

 

I biglietti possono essere acquistati direttamente presso la biglietteria del teatro prima dello spettacolo oppure, in prevendita, presso la fumetteria Fancity in via Fama, 4 – Verona. Il costo, sia per Il Paese di Non È che per Cose mai viste, è di 10 € per l’ingresso intero e di 8 € per l’ingresso ridotto (sotto i 14 anni e dai 65 anni in su). 

 

La rassegna proseguirà fino a Domenica 29 marzo 2009. Calendario, aggiornamenti ed ogni altro dettaglio sono consultabili presso il sito www.livepointagency.it oppure nella pagina Facebook dedicata alla rassegna (Ricominciamo a chiamarlo Trinità). Per informazioni, sono disponibili il numero telefonico +39 3483408726 e l’indirizzo e-mail info@livepointagency .it.

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...