cerca

News

Il Soave ti guida alle osterie

5 Aprile 2016
Verona, vari luoghi

Ecco la nuova guida, edita dal Consorzio di Tutela, dedicata alle osterie di Verona. Un percorso tra mille sapori, accompagnati dal vino Soave.

Sharing Soave: the osteria Experience in Verona

Si chiama “Sharing Soave: the osteria Experience in Verona” ed è la prima guida edita dal Consorzio del Soave, in italiano e inglese, dedicata unicamente al “fenomeno” delle osterie scaligere. Gli autori Ugo Brusaporco, Patricia Guy e Susan Hedblad accompagnano il visitatore alla scoperta dei sapori veri della trazione veronese. Trenta locali storici della ristorazione veronese, trenta scorci inconfondibili, tutto legato a filo doppio dal vino Soave. Perchè una guida come questa? Perche quando si parla di Verona ad un turista, straniero in particolar modo, sono due gli argomenti sui quali si va inevitabilmente a cadere: l’Arena con il suo festival lirico e la buona tavola, fatta di piatti della tradizione e vini del territorio. “Libiam nei lieti calici”, come si canta nella famosa aria della Traviata, potrebbe rappresentare la sintesi perfetta della città scaligera. A Verona, all’ombra di architetture romane e palazzi rinascimentali, ristorazione fa rima con osteria. Potremo dire che è quasi una questione genetica: la cucina moderna ed elaborata sta alla metropoli cosmopolita come i piatti della tradizione più semplice stanno alle osterie di Verona. Proprio qui, in un sottobosco di locali dove tavoli, sedie e panche potrebbero raccontare il succedersi delle generazioni, la vera tradizione gastronomica veronese si propone, talvolta rivisitata, ma sempre fedele alla sua inconfondibile tipicità. Al motto “non si butta via niente” ecco che piatti semplici, figli della povertà, diventano oggi proposte gastronomiche che il turista ricerca per sperimentare i sapori del luogo. Morbidezza, sapidità e gusto che anche il veronese non disdegna perché sa che proprio nell’osteria, nei suoi profumi e nella sua atmosfera, ritrova tutto il piacere della cucina lenta di un tempo, in un misto di sentimento e ricordo che chiamano immediatamente il calore del vino. E’ su queste tavole, semplici e talvolta umili, che si è evoluto nel tempo il principio della convivialità e della condivisione. E allora è un attimo tirar tardi, specie se l’estate è alle porte o se l’autunno non è ancora arrivato. Con un calice di Soave.

Verona

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...