cerca

News

Teatro Salieri, una stagione da tutto esaurito

12 Maggio 2016
Teatro Salieri

Intervista a Federico Pupo, direttore del Teatro Salieri di Legnago: “Pubblico in aumento per la musica, successo confermato per la prosa. E il prossimo anno un evento nel nome di Antonio Salieri”

Intervista al direttore del Teatro Salieri

Prosa, musical, danza, musica e proposte per i più piccoli: queste sono le direttrici entro cui si è svolta la stagione invernale 2015-2016 del Teatro Salieri di Legnago. Un proposta varia che ha visto in scena quattro spettacoli di prosa teatrale di alto livello, tre rappresentazioni di teatro brillante tra cui un musical, Natalino Balasso e lo spettacolo musicale degli Oblivion e quattro compagnie di danza di portata internazionale. Poi la musica, le Canzoni d’Italia con Roberto Vecchioni, Cristiano de André ed Enrico Ruggeri; senza dimenticare gli spettacoli per i bambini e le famiglie. Una stagione che ha segnato spesso il tutto esaurito, indice di un legame di fiducia tra gli spettatori e il Teatro Salieri che dura nel tempo. Ne abbiamo parlato con il direttore Federico Pupo.

Qual è il resoconto della stagione conclusa da poco?
Molto soddisfacente. Nel complesso la risposta del pubblico è stata molto buona, anche se c’è ancora da lavorare per attrarre le nuove generazioni. Abbiamo notato un aumento di pubblico per la stagione musicale, mentre la stagione di prosa ha confermato il successo con il teatro pressoché esaurito sempre.

Pupo, quali sono stati gli spettacoli più significativi?
Io direi che tutte le proposte, comunque diverse per genere, sono risultate per qualche verso significative. Potrei citare il musical “Pinocchio”, proposto in doppia data, la seconda delle quali dedicata alle famiglie: una scelta centrata, uno spettacolo di grande qualità e, soprattutto, per tutti! Significativo anche Quattro buffe storie della compagnia Mauri Sturno. Recuperato dopo l’incidente occorso a Glauco Mauri, ha rappresentato una prova di grande levatura attoriale. Speciale, poi, è stato Enrico Ruggeri che ha partecipato con grande disponibilità anche a un incontro con gli studenti delle scuole superiori: una grande lezione di umanità.

Se dovesse scegliere lei lo spettacolo preferito?
La danza era di altissimo livello. Senza nulla togliere agli altri, mi ha incantato Rocìo Molina col suo assolo di flamenco. A dire la verità ho gradito molto quello che succedeva dopo gli spettacoli: incontrare il pubblico del Teatro Salieri, ascoltare i loro commenti e, mi piace dirlo, anche i loro incoraggiamenti.

E il più gradito dalla gente?
Le proposte sono state così varie e diverse… La risposta è problematica… “Pinocchio”? Roberto Vecchioni con il suo tour “Il mercante di luce”? Ruggeri? Silvio Orlando ne “La scuola”? Difficile dire… .

E per il prossimo anno?
Sorpresa! Posso solo svelare che stiamo lavorando a uno spettacolo nel nome di Antonio Salieri; un evento che non si esaurirà al Teatro Salieri di Legnago, ma porterà il nome del grande musicista in altre città italiane.

Via XX Settembre, 26,
37045 Legnago

Gli eventi consigliati

Scopri tutti gli eventi

il calendario

Programmi per il prossimo weekend?

Programmi per il prossimo weekend?

la newsletter

Rimani aggiornato
Ricevi tutte le novità Carnet Verona, concerti, spettacoli, eventi, manifestazioni...